DISTAMPA - Agenzia Giornalistica Nazionale Quotidiana
  NOTIZIE     
 
RUBRICHE

MACHINA
di Giacomo Carioti


FATEMELO DIRE
di Maurizio Liverani


VISTI DI PUNTA
di Federico Bernardini


OPINIONE PUBBLICA
di Berto De Grossi


RIMBALZO ANOMALO
di Mino Romano


GALLERIA COLONNA
 


PETI' PETO'
 


IL PIRAMIDONE
 


IRONIA DELLE SARTE
 


CORNICE APERTA
 


KIKI
 


 
 
LEUCEMIA LINFATICA CRONICA: SEMINARIO A ROMA CON PAZIENTI E MEDICI



La Leucemia Linfatica Cronica è una neoplasia ematologica causata da un accumulo di linfociti nel sangue, nel midollo e negli organi linfatici e per la quale si stanno aprendo oggi nuove possibilità di cura. Per parlare proprio di novità terapeutiche AIL, Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, ha organizzato a Roma il primo Seminario Pazienti Medici dedicato alla Leucemia Linfatica Cronica (LLC). L’incontro, che si terrà sabato 7 ottobre a partire dalle 9.30 presso il Centro Convegni AIL Nazionale (Via Casilina 5), ha il patrocino del Gimema, Gruppo italiano malattie ematologiche dell'adulto, e si avvale del contributo non condizionato di Abbvie. La LLC è la forma più comune di tumore del sangue nel mondo occidentale. Ogni anno si registrano tra i 2 e i 6 nuovi casi su 100.000 abitanti e in Italia si parla dunque di circa 1.600 nuove diagnosi l’anno tra gli uomini e 1.150 tra le donne. La patologia insorge attorno ai 65 anni e meno del 15% dei casi viene diagnosticato prima dei 60 anni. La LLC è dovuta ad un accumulo nell’organismo di linfociti, vale a dire cellule del nostro sistema immunitario, distinti in B o T in base al tipo di risposta che sono in grado di attivare. Nella LLC uno di questi linfociti (nel 95% dei casi un linfocita B) subisce una mutazione maligna e produce un gran numero di cellule uguali tra loro che non rispondono agli stimoli fisiologici, diventando immortali. I linfociti continuano così ad accumularsi nel sangue, nel midollo e negli organi linfatici dando origine al tumore. A differenza di altri tipi di leucemia, nella LLC quasi mai la diagnosi coincide con l’inizio delle terapie e mediamente si aspettano 5 anni prima di intervenire, un periodo durante il quale il paziente è seguito costantemente dal medico. Fortunatamente, sul fronte della cura, la chemioimmunoterapia e le target therapies, terapie mirate a colpire singoli meccanismi nella cellula cancerosa, hanno aperto nuove possibilità per i pazienti affetti dalla patologia.

A illustrare proprio i progressi fatti nel corso degli anni nella lotta alla LLC saranno importanti esperti del settore. Dopo un saluto introduttivo di
Sergio Amadori, Ematologo e Vice Presidente nazionale AIL, interverranno all’incontro Robin Foà, Direttore Dipartimento Biotecnologie cellulari ed Ematologia Università “Sapienza” di Roma; Antonio Cuneo, Professore Ordinario di Ematologia presso l’Università degli Studi di Ferrara e Francesca Mauro, Dipartimento Biotecnologie cellulari ed Ematologia Università “Sapienza” di Roma. Sarà presente anche Felice Bombaci, Responsabile Gruppi AIL Pazienti, che parlerà dell’impegno dell’Associazione a fianco dei malati. Al termine delle sessioni si aprirà una tavola rotonda che permetterà ai pazienti di interagire direttamente con gli ematologi, esponendo le loro problematiche e i loro dubbi.
Ogni anno AIL organizza seminari dedicati alle principali malattie ematologiche. Gli incontri hanno l’obiettivo di aggiornare i pazienti sulle più recenti terapie disponibili, incoraggiare un confronto diretto con gli specialisti del settore, aiutare i malati e i loro familiari ad affrontare il percorso della malattia ed offrire loro la possibilità di condividere la propria esperienza, sentendosi così meno soli. I seminari alternano momenti in cui relatori esperti analizzano i diversi aspetti della patologia a discussioni con i malati, protagonisti della giornata. I pazienti, hanno così la possibilità di rivolgere domande mirate e dirette ai relatori. I medici, dal canto loro, rispondono in modo chiaro e comprensibile, mettendo a disposizione informazioni aggiornate e corrette.
La partecipazione è gratuita ma occorre registrarsi.
Per informazioni 06/70386007- ailpazienti@ail.it
www.ail.it

 
ORARIO

Administrator
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:



 
 © AspNuke 
Contattami
Tutto il materiale è di proprietà degli aventi diritto. Vietata la riproduzione e pubblicazione senza permesso.
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,015625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile