DISTAMPA - Agenzia Giornalistica Nazionale Quotidiana
  NOTIZIE     
 
RUBRICHE

MACHINA
di Giacomo Carioti


FATEMELO DIRE
di Maurizio Liverani


VISTI DI PUNTA
di Federico Bernardini


OPINIONE PUBBLICA
di Berto De Grossi


RIMBALZO ANOMALO
di Mino Romano


GALLERIA COLONNA
 


PETI' PETO'
 


IL PIRAMIDONE
 


IRONIA DELLE SARTE
 


CORNICE APERTA
 


KIKI
 


 
 
FATEMELO DIRE di Maurizio Liverani



RATISBONA DOCET

Il fratello del Papa “in seconda” Benedetto XVI è accusato di corresponsabilità perché, mentre nel Coro del Duomo di Ratisbona dilagava la pedofilia, ne era a capo tra il 1964 e il 1994. Chi se ne scandalizza oltre misura non sa che il mondo cattolico senza peccato sarebbe altrettanto noioso di uno zoo senza iene. Chi ha studiato a fondo questo fenomeno dovrebbe rileggersi l'Aretino il quale racconta che a Venezia le mamme preferivano inviare al mercato le figliolette al posto dei figlioletti. Il “solco di pesca” dei fanciulli inghiottoniva molto di più le autorità religiose di quello delle femminucce, destinate ad altri scopi sessuali. Su questo punto bisogna essere chiari per non scandalizzarci. Il misticismo e la sensualità sono ciò che più di ogni cosa redimono la vita. Lo affermano illustri studiosi delle religioni. Ciò che offre la Chiesa è di invitarci a godere dei piaceri religiosi come se fossero piaceri sessuali. Di sesso, di amore ne sappiamo sin troppo per credere ancora che il peccato sia farina del diavolo. L'infedele è sorpassato; l'adulterio è la sola via per mantenere in piedi una coppia. Il sesso di diritto e di rovescio è una funzione che non ripudia il sentimento. Chi vuol tenere insieme sesso e sentimento sa di non annientarsi, gli è garantita l'impunità religiosa. E' da molto tempo che l'umanità si va scristianizzando. Coloro che prosperano con le fedi diventano insolenti; inaspriscono i loro animi fino a odiare una religione diversa. Solo chi crede fermamente in un Dio è capace di odiare come quei pacifisti disposti a passare su un mucchio di cadaveri pur di imporre la loro idea di pace. E' cosa nota che il pacifista consente ai fabbricanti di armi di distruggere il mondo pur di intimidire chi vuole la comprensione tra gli uomini. Le religioni possono produrre fanatismi, persecuzioni e guerre. Ogni opinione sulla fede entra in un gioco cangiante di suggestioni. Per il momento l'al di là è in un altrove; l'inferno è un passaggio sconosciuto in cui non siamo sicuri di andare. Più del paradiso e dell'inferno, il purgatorio, stando alle ultime illuminazioni, ha la consistenza di un corpo chimico e psichico. Se ne conosce persino la data di nascita: il 6 marzo 1254 con Papa Innocenzo IV. Nel 1300, Papa Bonofacio VIII promulgò la sua esistenza effettiva, stabilendo che costassù ma anche costagiù si potevano mandare le indulgenze. “Presto sarà la fine di tutto e vi saranno un nuovo cielo e una nuova terra”, leggiamo nell'Apocalisse. Se la fede nel mondo cattolico si è fatta anemica, a darle una delirante vitalità non può essere che il peccato. Il Cardinal Milingo, che sfornava miracoli in una diocesi dei Castelli romani, sosteneva che la Chiesa avrebbe bisogno di una cura ricostituente di satanicità. E' immaginabile una Chiesa rigogliosa che non abbia a difendere i suoi principi dalle altre esuberanti religioni dogmatiche, come l'islamica? Il diavolo ha preso alloggio nelle sale vaticane, come già aveva affermato nel '75 Paolo VI. Da allora, ha precisato il prelato esorcista Milingo, non sappiamo se ne è uscito. Il gregge cristiano, sfibrato dal politicismo, attende dal Papa un giudizio che metta in ginocchio la pedofilia.

Maurizio Liverani

 
ORARIO

Administrator
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:



 
 © AspNuke 
Contattami
Tutto il materiale è di proprietà degli aventi diritto. Vietata la riproduzione e pubblicazione senza permesso.
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,03125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile